L'ultimo drone si pilota da solo

L'ultimo drone si pilota da solo


Il drone ormai è una realtà. Ma con il passare del tempo, aumentano le "migliorie" e quindi le possibilità di utilizzarlo per i più svariati ambiti. Oggi parliamo dell'ultimo drone, di quello "last generation" per intenderci. E sorprende leggere le sue caratteristiche. Perchè, udite udite, si pilota da sè. Come? Attraverso un satellite dimostrando così che si può andare oltre le comunicazioni radio tradizionali. Un risultato che ribadisce l'eccellenza del sistema aerospaziale italiano aprendo nuovi scenari di impiego di queste tecnologie in numerosi settori delle attività civili. Così raccontano gli esperti: «E' stata completata con successo la prima campagna di volo condotta per sperimentare il controllo satellitare di un drone europeo di classe Medium Altitude Long Endurance, ovvero progettato per missioni di lunga durata a medie altitudini. Ad annunciarlo è Leonardo che, in team con Telespazio (Leonardo 67%, Thales 33%) e Piaggio Aerospace, ha condotto l’attività utilizzando un velivolo biturbina a eliche spingenti a pilotaggio remoto P.1HH HammerHead come test per lo sviluppo, integrazione e verifica di capacità che abilitino i droni a volare in sicurezza in spazi aerei non segregati fuori dalla copertura radio terrestre (modalità BRLOS - Beyond Radio Line Of Sight)»